Home

 > Azienda

 > Avvertenze legali

 > Condizioni di fornitura e di pagamento

1. Validità

1.1 Per tutte le nostre forniture e prestazioni nei confronti degli imprenditori ai sensi del § 14 BGB valgono esclusivamente le seguenti condizioni di fornitura e di pagamento.

1.2 Non hanno validità condizioni di acquisto o altre condizioni generali di contratto contrarie del cliente, anche senza che da parte nostra vi sia stato fatto espressa obbiezione. Altre regolamentazioni hanno validità solo se sono state concordate per iscritto.

1.3 Queste condizioni di fornitura e di pagamento si applicano a tutti i futuri rapporti contrattuali  fra i contraenti, senza che vi sia la necessità nei singoli casi di farvi nuovamente riferimento.

2. Conclusione e modifica del contratto

2.1 Le nostre offerte non sono vincolanti, a meno che non vengano espressamente indicate come vincolanti da parte nostra. Un contratto valido ha inizio solo con la nostra conferma dell’ordine del cliente; ciò può avvenire mediante consegna della merce ordinata o mediante l’esecuzione della prestazione concordata.

2.2  Per il contenuto del contratto è determinante unicamente la nostra conferma dell’ordine, che può avvenire anche sotto forma di fattura allegata alla merce.
 
2.3. Se il cliente intende fare obiezioni riguardo al contenuto della conferma dell’ordine, egli è tenuto a contestare la conferma immediatamente.

2.4 Per avere validità le aggiunte e modifiche del contratto richiedono la nostra conferma scritta.

3. Prezzi

3.1 Salvo particolare accordo scritto, si applicano i prezzi riportati nel nostro listino prezzi  in vigore al momento della conclusione del contratto o nel catalogo valido.

3.2 Tutti i prezzi riportati nei listini prezzi e nei cataloghi sono espressi in Euro. I prezzi si intendono franco stabilimento di Ispringen imballaggio, IVA , spese di spedizione e di assicurazione esclusi. Secondo le regolamentazioni speciali contenute nei listini prezzi e cataloghi, il cliente si fa carico dei costi per l’assicurazione di trasporto e la spedizione.

3.3 Per l’esecuzione di piccoli incarichi siamo autorizzati a fatturare un sovrapprezzo per quantità minima e per le consegne effettuate su richiesta del cliente ad un indirizzo diverso da quello della fattura delle spese amministrative (il valore limite per i piccoli incarichi, l’ammontare del sovrapprezzo e le spese amministrative sono riportati nei listini prezzi e nei cataloghi).

 
4. Termine di consegna

4.1 Salvo accordi particolari, i termini di consegna indicati da parte nostra non sono vincolanti.

4.2 Un termine di consegna concordato come vincolante si considera rispettato, se entro la sua scadenza la merce ha lasciato il nostro stabilimento di Ispringen o al cliente è stato comunicato che la merce è pronta per la spedizione.

4.3 Il termine di consegna si prolunga automaticamente di un periodo adeguato in caso di forza maggiore, scioperi e serrate, ritardi di consegna presso i fornitori, provvedimenti delle autorità e altre circostanze straordinarie senza propria colpa, a condizione che queste abbiano un effetto sul termine di consegna. Se queste circostanze si protraggono per oltre 4 mesi, entrambe le parti sono autorizzate a rescindere il contratto. Su richiesta del cliente siamo tenuti a dichiarare se intendiamo rescindere il contratto o se effettueremo la consegna entro un termine da stabilire da parte nostra. In questi casi sono esclusi i diritti del cliente al risarcimento del danno.

4.4 In caso di ritardo nella prestazione, non vi è comunque mora da parte nostra, finché il ritardo è dovuto a circostanze che con la necessaria cura non potevamo ragionevolmente prevedere e impedire con provvedimenti sostenibili.

4.5 In caso di superamento da parte nostra dei termini di consegna, il cliente è autorizzato a recedere il contratto dopo averci comunicato per iscritto una proroga adeguata, trascorsa senza essere stata utilizzata.

4.6 Siamo autorizzati al blocco delle nostre prestazioni, fino a quando il cliente non adempie ai suoi obblighi derivanti da questo o da un altro contratto o per qualsiasi altro motivo giuridico.

5. Consegna di quantità parziali e a richiesta

5.1 Siamo autorizzati ad adempiere ai nostri obblighi di consegna con quantità parziali, a condizione che ciò sia sostenibile per il cliente. Le prestazioni parziali si considerano negozi giuridici indipendenti, da pagare separatamente conformemente a quanto indicato al punto 7. Se il pagamento di una consegna parziale non avviene entro i termini stabiliti, siamo autorizzati ad opporci all’esecuzione delle consegne parziali ancora in sospeso.

5.2 In caso di merce ordinata con consegna a richiesta, salvo accordi su un diverso termine contrattuale, il cliente è tenuto al ritiro totale entro 6 mesi; l’ordine di consegna deve avvenire entro una scadenza adeguata prima del termine di consegna.

6. Trasporto e passaggio del rischio

6.1 Salvo accordi diversi, la spedizione avviene a spese e rischio del cliente. Il cliente deve farsi carico dei rischi del trasporto anche nei casi eccezionali in cui le spese di spedizione sono a carico nostro.

6.2 Salvo accordo contrario, siamo autorizzati alla determinazione del mezzo di trasporto; non ci assumiamo responsabilità per i trasporti economici e le durate di trasporto.

6.3 Sono esclusi i diritti al risarcimento del danno per inosservanza di un’indicazione di spedizione o per imballaggio insufficiente, a meno che ciò non possa essere imputato a dolo o a colpa grave da parte nostra.

6.4 Il passaggio del rischio al cliente avviene alla consegna della merce al trasportatore a Ispringen.

Nei casi in cui, per motivi da ascrivere esclusivamente al cliente, si dovesse verificare un ritardo nel ritiro, nella consegna o nella spedizione della merce, o se il cliente non ordina nei termini stabiliti la consegna degli ordini a richiesta, tutti i rischi, compreso il rischio di deterioramento e di distruzione della merce, passano al cliente fin dal momento in cui viene comunicato che la merce è pronta per la spedizione. Se in un caso del genere avviene un immagazzinamento della merce, il cliente è tenuto al pagamento delle spese di magazzinaggio comunemente applicate in questi casi, a meno che non dimostri che non vi è stata alcuna spesa di magazzinaggio o delle spese inferiori; se la merce viene immagazzinata presso terzi, il cliente deve farsi carico dei relativi costi effettivamente sostenuti.

6.5 In caso di danneggiamento o smarrimento della merce durante il trasporto, il cliente è tenuto a richiedere immediatamente un relativo accertamento presso il trasportatore/vettore.

6.6 La consegna di materie prime e prodotti parziali destinati alla lavorazione salariata avviene a spese e rischio del cliente.

7. Condizioni di pagamento

7.1 Salvo accordi diversi, l’importo netto delle nostre fatture deve essere saldato entro 30 giorni dal passaggio del rischio ai sensi del punto 6.4; per i pagamenti ricevuti entro 10 giorni accordiamo uno sconto del 2% sul valore netto della merce.

I ricambi, le esecuzioni speciali nonché i lavori salariati e le riparazioni devono essere pagati immediatamente senza alcuna detrazione; ciò vale anche per i piccoli incarichi (i valori limiti di riferimento si desumono dai regolamenti contenuti nei listini prezzi e nei cataloghi).

7.2 Anche senza esplicito accordo, il cliente si assume tutte le spese connesse al pagamento (come in particolare le spese d’incasso, le spese di sconto e le spese per cambiali). Il pagamento con assegno o cambiale richiede un accordo preventivo; questi mezzi di pagamento vengono accettati solo a titolo di pagamento. In caso di pagamento con cambiale non vengono concesse detrazioni di sconti. 

7.3 Con il superamento del termine di pagamento concordato il cliente diventa moroso. In questo caso, dopo il primo sollecito siamo autorizzati ad addebitarli interessi di mora superiori dell’8% al tasso di sconto base; rimane intatto il diritto al risarcimento di un danno ulteriore.

In caso di ritardo nel pagamento siamo autorizzati a compensare con i pagamenti effettuati dal cliente eventuali morosità preesistenti.

7.4 Se il cliente è in ritardo nei pagamenti o se dopo la conclusione del contratto dovessimo venire a conoscenza di circostanze che facciano sorgere forti dubbi riguardo alla sua solvibilità o affidabilità creditizia (dissesto finanziario, sospensione di pagamenti, indebitamento eccessivo, protesti di cambiali o assegni, richiesta di apertura del procedimento di insolvenza sul suo patrimonio o apertura o rifiuto dello stesso), siamo autorizzati a recedere dal contratto; rimangono intatti altri diritti legali. Sono esclusi diritti del cliente al risarcimento del danno.

Se presso il cliente si verifica un peggioramento patrimoniale di questo tipo, diventano inoltre immediatamente esigibili tutti i crediti della relazione d’affari corrente, anche in caso di proroga o altra dilazione del pagamento. Siamo inoltre autorizzati ad opporci ad ulteriori forniture di merci o ad altre prestazioni, oppure a richiedere il pagamento anticipato o la costituzione di adeguate garanzie per il nostro credito in contropartita.

7.5 Il cliente può spiegare la compensazione di crediti che gli spettano nei nostri confronti solo con crediti incontestati o accertati legalmente o far valere un diritto di ritenzione. Rimane tuttavia intatto il diritto del cliente alla ritenzione di una parte adeguata della contropartita per un vizio della merce fornita o delle prestazioni effettuate da parte nostra.

8. Riserva di proprietà

8.1 Ci riserviamo la proprietà su tutte le merci da noi fornite fino al completo pagamento del prezzo di acquisto e all’adempimento di tutti gli altri crediti nei confronti del cliente.

Se in relazione all’obbligo di pagamento del cliente, per noi risulta una responsabilità cambiaria, la riserva di proprietà non cessa prima del completo incasso di tutte le cambiali.

8.2 Durante la riserva di proprietà il cliente è autorizzato al possesso della merce. Inoltre è autorizzato a disporre della merce nell’ambito di una gestione regolare; fanno eccezione gli usi eccezionali come in particolare la vendita a scopo di garanzia, la costituzione in pegno e le cessioni di qualsiasi tipo.

8.3 In caso di rivendita il cliente ci cede fin da ora i relativi diritti al pagamento per l’ammontare del valore della merce (importo finale comprensivo dell’IVA in vigore) nonché tutti gli altri crediti e diritti accessori. Il cliente è autorizzato all’incasso del credito; rimane intatta la nostra facoltà di incassare il credito per conto proprio.

8.4 In caso di comportamento del cliente contrario al contratto – in particolare in caso di morosità - siamo autorizzati al ritiro della merce e a disdire in caso di rivendita l’autorizzazione alla riscossione dei relativi crediti. In casi del genere, il cliente è tenuto su nostra richiesta a fornire tutte le informazioni necessarie ad esercitare i crediti che gli spettano e a comunicare ai debitori la cessione del credito.

8.5 Il cliente è tenuto ad informarci immediatamente per iscritto su costituzioni in pegno, disposizioni o altri interventi da parte di terzi e su provvedimenti delle autorità. Il cliente si fa carico di tutte le spese che si rendono necessarie in relazione all’annullamento dell’intervento e al rimpiazzo della merce fornita, a meno che non possano essere riscosse dai terzi.

8.6 Una lavorazione e trasformazione della merce con riserva di proprietà da parte del cliente avviene sempre per nostro conto; siamo considerati produttori ai sensi del § 950 BGB. Se la merce con riserva di proprietà viene mescolata, mischiata o legata inseparabilmente con oggetti che non sono di nostra proprietà in modo tale da diventare la parte principale di una cosa unitaria, acquistiamo la proprietà della cosa nuova per l’ammontare corrispondente all’importo finale di fattura della merce fornita  (IVA in vigore inclusa) in proporzione al prezzo di acquisto o di produzione della cosa nuova al momento della lavorazione. Se una lavorazione di questo tipo avviene in maniera tale che la cosa del cliente sia da considerare la cosa principale, acquistiamo la comproprietà del suo valore nel proporzione di cui sopra.

8.7 Se il valore delle garanzie supera di oltre il 10 % i crediti da garantire, su richiesta provvederemo alla liberazione di garanzie di nostra scelta.

9. Diritti del cliente per vizi della cosa o vizi giuridici (garanzia)

9.1  Il cliente è tenuto a controllare la merce subito dopo il ricevimento e a contestare immediatamente per iscritto i difetti riconoscibili. Se un difetto non è riconoscibile alla consegna, il cliente è tenuto a presentare il reclamo immediatamente dopo la sua scoperta. Il cliente perde il diritto di invocare un vizio se, subito dopo la sua scoperta o dopo il momento in cui avrebbe dovuto scoprirlo, non provvede immediatamente alla relativa dichiarazione scritta, fornendo una descrizione esatta.

9.2 Se la merce è difettosa al momento del passaggio del rischio, a nostra scelta siamo autorizzati innanzitutto ad un secondo adempimento sotto forma di eliminazione del difetto o di consegna di merce senza difetti in sostituzione della merce difettosa consegnata.

Nei casi in cui un secondo adempimento non sia possibile, fallisca definitivamente o risulti insostenibile per il cliente, vi sia da parte nostra il rifiuto di un secondo adempimento o sia trascorsa invano un adeguato termine corrispondente fissato per iscritto dal cliente, questi ha la possibilità a sua propria scelta di diminuire  la contropartita o di recedere dal contratto; qualora sia presente un difetto solo irrilevante il cliente ha diritto esclusivamente alla diminuzione del rimborso.

Un’assunzione dei costi per una ripassatura da parte del cliente o di terzi richiede la nostra esplicita approvazione preventiva; una ripassatura di propria iniziativa porta alla perdita di tutti i diritti per i vizi della cosa.

9.3  I diritti del clienti per vizi della cosa cadono in prescrizione 24 mesi dopo la consegna della merce o l’esecuzione della prestazione. Nei casi in cui la presa in consegna della merce venga ritardata senza colpa da parte nostra, è determinante la comunicazione della disponibilità di spedizione.

9.4  Una garanzia è inoltre esclusa se un difetto può essere ricondotto ad un uso inadeguato o improprio, una manipolazione errata o negligente, un montaggio o una messa in esercizio errati da parte del cliente o di terzi, il consumo naturale (usura), una manutenzione non regolare, una ripassatura o modifiche inappropriate nonché la mancata osservanza delle istruzioni d’uso e di esercizio o altre informazioni sul prodotto.

La garanzia è esclusa anche per il materiale fornito dal cliente o procurato su sue specifiche nonché per le costruzioni in base alle sue istruzioni.
 
9.5 Nei casi di reticenza dolosa riguardo ad un difetto o di esplicita assunzione di garanzia per le caratteristiche della merce, si applica la relativa regolamentazione di legge.

9.6 Per i diritti al risarcimento del danno per un vizio della cosa o un vizio giuridico si applica la limitazione di responsabilità di cui al punto 10. 

10. Responsabilità

10.1 Le seguenti regolamentazioni relative alla responsabilità valgono per tutti i diritti al risarcimento dei danni del cliente, indipendentemente dal relativo motivo legale.

10.2 La nostra responsabilità si limita al dolo e alla colpa grave; per colpa lieve siamo ritenuti responsabili unicamente in caso di violazione di un obbligo contrattuale essenziale di nostra competenza.
 
10.3 Sono esclusi tutti gli ulteriori diritti del cliente indipendentemente dal relativo motivo giuridico; fra questi in particolare tutti i diritti al risarcimento dei danni, compreso il diritto al risarcimento dei danni in sostituzione della prestazione, il risarcimento di spese superflue nonché il risarcimento di danni di qualsiasi tipo, prodotti durante l’avvio, la conclusione o l’esecuzione del contratto in relazione alla violazione di obblighi precontrattuali o contrattuali e obblighi secondari o sulla base di atti illeciti oppure basati sulla garanzia.

10.4 L’entità della responsabilità si limita – ad eccezione dei casi di dolo o colpa grave – al risarcimento del danno specifico previsto dal contratto e ragionevolmente prevedibile sulla base di un normale svolgimento dei fatti nonché dimostrato nei singoli casi.

10.5 Sono esclusi diritti al risarcimento dei danni del cliente relativi alla mora, a meno che il ritardo non sia dovuto a dolo o colpa grave.

10.6 Le limitazioni della responsabilità non valgono in caso di esplicita assunzione di una garanzia particolare, in caso di dolo e nei casi in cui si è obbligatoriamente responsabili in base alla legge sulla responsabilità del fabbricante o rivenditore del prodotto per i danni alle persone e alle cose; non valgono ugualmente per un diritto al risarcimento del danno, basato sulla violazione dolosa o con colpa grave della vita, dell’integrità fisica o della salute.
 
11. Esecuzioni speciali – violazioni del diritto di proprietà industriale

11.1 Nei casi in cui produciamo la merce o eseguiamo altre prestazioni sulla base di disegni, campioni o altre istruzioni, oppure utilizzando elementi messi a disposizione dal cliente (esecuzioni speciali), questi deve garantire che non vengono lesi eventuali diritti di proprietà industriali di terzi. Il cliente è tenuto ad esonerarci da possibili rivendicazioni di terzi per lesioni di diritti di proprietà industriali e di risarcirci del danno causato nonché di tutte le spese, comprese le spese giudiziarie e stragiudiziarie.

11.2 Per le esecuzioni speciali è escluso il cambio e la restituzione.

11.3 Ci impegniamo a conservare le attrezzature e le forme per ordinazioni successive. L’obbligo alla conservazione si estingue se, trascorsi 2 anni dall’ultima ordinazione, da parte del cliente non vengono fatte ordinazioni per lo stesso oggetto di fornitura. L’obbligo di conservazione si estingue immediatamente in caso di ritardo nel pagamento della merce fornita.

12. Diritti di proprietà, diritti d’autore e altri diritti

12.1 Tutte le documentazioni di vendita (cataloghi, listini prezzi), disegni, campioni, modelli ed altre documentazioni che vengono messe a disposizione del cliente rimangono di nostra proprietà; tutti i relativi diritti, in particolare i diritti d’autore, dei brevetti ed altri diritti di proprietà industriali nonché le invenzioni sono di nostra esclusiva proprietà. È vietato al cliente renderli accessibili a terzi e su richiesta è tenuto a restituirli.

12.2 Il cliente è autorizzato ad utilizzare marchi ed altre contrassegni di nostra proprietà solo dopo preventiva autorizzazione scritta e solo nel nostro interesse.

13. Scelta del diritto – luogo di adempimento – foro competente

13.1 Il rapporto contrattuale è sottoposto esclusivamente al diritto della Repubblica federale tedesca; non viene applicato il diritto commerciale internazionale.

13.2 Il luogo di adempimento per le forniture e i pagamenti è Pforzheim-Ispringen.

13.3 Se nel caso del cliente si tratta di un commerciante, di una persona giuridica di diritto pubblico o di un patrimonio separato di diritto pubblico, o se il cliente non ha un foro competente generale nella Repubblica federale tedesca, Pforzheim è il foro competente per tutte le controversie derivanti dal presente rapporto contrattuale, comprese quelle relative alla sua costituzione e alla sua validità, nonché per le azioni relative a cambiali e assegni. Siamo autorizzati ad agire in giudizio anche presso la sede del cliente.

Si raccomanda questa pagina:  


DENTAURUM worldwide

Worldwide
DENTAURUM GmbH & Co. KG

Address: Turnstraße 31, 75228 Ispringen, Deutschland

Phone: +49 7231 803-0, Fax: +49 7231 803-295

E-Mail: info@dentaurum.de

Questo sito web utilizza i cookie per la migliore consegna possibile della nostra offerta. Informazioni dettagliate sono disponibili nel Informativa sulla privacy


zum Online-Shop

zur Bestellplattform

Verfügbare Produkte:

  • Modelldruck
  • Retainer 3D